Presentazione candidatura sindaco

L’inizio di un viaggio entusiasmante

Venerdì 16 luglio con il gruppo Insieme abbiamo presentato ufficialmente alla comunità di Marano Principato la mia candidatura a sindaco per le elezioni comunali del prossimo autunno.

Non a caso ci siamo ritrovati con i principatesi in piazza Annunziata davanti al centro Baccelli, nato come polo aggregativo per la comunità ed emblema della voglia di incentivare il dialogo e lo scambio.
Ringrazio tutte le persone scese in piazza e chi ci ha sostenuto a distanza.

Abbiamo voluto fortemente questo incontro con i cittadini per condividere in maniera trasparente i punti principali del programma amministrativo e i valori del gruppo. Una squadra coesa che dice stop alle divisioni che hanno pesato sul passato e il presente di Marano Principato, e dice sì all’impegno comune per costruire il futuro che il nostro paese merita.

Ringrazio Giuseppe Palmati componente del gruppo e Louis Chiappetta sostenitore di Insieme e della mia candidatura a sindaco, per essere intervenuti e Emanuelle de Rosario, moderatrice dell’evento.

Mi è stato consegnato un prezioso testimone: l’amore per Marano Principato e la sua comunità. Testimone che accetto nel rispetto di alcuni principi per me fondamentali per una politica sana: la trasparenza, il dialogo e la collaborazione costante con i cittadini.
La politica deve cambiare rotta, deve farsi con la gente. I cittadini devono avere il tempo di valutare, scegliere. 

Da qui la decisione di rendere pubblica la mia candidatura già a marzo 2020 e di incentivare con ogni mezzo, anche durante la pandemia, la partecipazione attiva delle persone alla costruzione del programma amministrativo.  Programma nato dall’ascolto della comunità di cui ho affrontato, nel corso della serata, i punti più importanti condividendo le azioni che vogliamo mettere in campo, per i servizi sociali, per il territorio, per i giovani.

Grazie ai miei compagni di viaggio presenti in prima linea: Giancarlo Cristiano, Giosino Filippelli, Francesco Muto, Cristian Bosco, Roberto Bilotto, Giulia Ruffolo, Lia Molinaro, Ferdinando Persia, Mattia Contino, Silvio Carbone, Alessandro Tenuta.

È tempo di ricominciare. Insieme.

Agli altri candidati va il mio invito a scendere in piazza per un confronto pubblico, nel nome della trasparenza e dell responsabilità, per il bene di Marano Principato.

L’evento è stato trasmesso in diretta sulla pagina Facebook del gruppo Insieme.

È tempo di ricominciare. Insieme.

Il 16 luglio in Piazza Annunziata con il Gruppo Insieme presenteremo alla comunità di Marano Principato la mia candidatura a sindaco per le elezioni comunali del prossimo autunno.

Una scelta unanime e coesa arrivata come il gol di Pessina nella sfida contro l’Austria, attesa quanto sperata, evolversi naturale di un percorso condiviso, nella gioia e nel dolore, senza mai arrenderci. Una fiducia con cui il Gruppo decide di giocare in prima linea per rilanciare e valorizzare Marano Principato.

L’evento sarà l’occasione per ritrovarsi e ripercorrere con le nuove generazioni che sono entrate a far parte di Insieme e gli amici fondatori, il mio impegno, passato e presente, con e per Marano Principato. Parleremo di ciò che è stato, ma soprattutto di tutto quello che insieme possiamo: rigenerare Marano Principato dal punto di vista urbano, sociale e culturale, rinnovarla per i nostri giovani, renderla viva e viverla meglio. 

Perché questo futuro si realizzi conosciamo solo una strada, l’unica che vogliamo percorrere, quella della collaborazione e del dialogo costante con i cittadini. Siamo partiti da qui per la stesura del programma amministrativo, al quale in questi mesi voi tutti avete contribuito inviando idee e proposte. Una risposta concreta alle necessità, desideri e aspettative che ci avete condiviso. Tra tutti il bisogno di aggregazione, di interventi sul territorio per migliorare i collegamenti, gli spostamenti e la sicurezza stradale. Ma non solo. Come vedrete nelle linee programmatiche, abbiamo fissato nero su bianco, obiettivi che puntano al bene(ssere) comune, a rivitalizzare il nostro territorio, perseguibili se la comunità si impegna insieme a noi a realizzarli. Ogni pagina l’abbiamo scritta seguendo il cuore, con la passione e l’amore che da oltre vent’anni ci lega alla comunità principatese.

Ed è insieme alla comunità che è ora tempo di ricominciare, perché l’anima di Marano Principato è la gente, chi la abita e la vive ogni giorno, siete voi. 

Siateci, per Marano. Vi aspettiamo alle 21.00.

Cittadini guardiani della democrazia

Sta a tutti noi essere guardiani preoccupati e gelosi della democrazia; abbracciare con gioia questo compito per continuare a migliorare la nostra grande nazione. Perché per tutte le nostre differenze, condividiamo tutti lo stesso titolo: cittadini.

Una delle frasi del discorso di addio di Obama che mi ha colpito e fatto riflettere di più; in questo passaggio, Obama lancia un importantissimo messaggio di responsabilità, partecipazione ed uguaglianza e, soprattutto, fa emergere con chiarezza la centralità ed il valore enorme che si vuole dare al “titolo” di cittadino.
Ognuno di noi deve sentirsi prima di ogni altra cosa “cittadino responsabile” della comunità che vive; è fondamentale sentirsi protagonisti attivi, con le nostre azioni quotidiane, del cambiamento nel tessuto sociale che ci circonda.

Al cittadino non spetta il ruolo di “spettatore” della quotidianità, altrimenti si rischia di subire il bene ed il male senza aver detto la propria e senza avere, quindi, la possibilità di una seconda chance.
Il presidente uscente ci dice di essere preoccupati e gelosi: preoccupati perché non possiamo essere superficiali; gelosi per mostrare con determinazione il senso di appartenenza positivo alla comunità che viviamo.
Tutto ciò però, per come ci suggerisce Obama, va vissuto con gioia e serenità, il cittadino deve adoperarsi con gioia per costruire e migliorare la comunità.
Se si opera con gioia si superano le divisioni, le differenze e le incomprensioni per il bene della collettività.

Al via i lavori per il Centro di Aggregazione Giovanile

Ci siamo: sono iniziati i lavori di ammodernamento del Centro di aggregazione giovanile di Marano Principato e prevediamo di inaugurare la struttura per fine anno.

Inoltre, mentre si dava il via ai lavori, l’amministrazione comunale ha indetto nel mese di luglio una manifestazione di interesse per enti ed associazioni propensi a gestire le attività previste nel CAG. Alla manifestazione hanno aderito nove associazioni con sede nei territori delle serre cosentine e l’aver ricevuto adesione da associazioni che operano non solo a Marano Principato mostra come tale struttura rivesta un importante ruolo per lo sviluppo sociale del nostro territorio. Abbiamo già convocato per lunedì 6 ottobre un primo incontro con le associazioni per presentare le attività previste e gli obiettivi che l’amministrazione comunale si pone con lo sviluppo del progetto CAG, nello stesso tempo si verificherà come le associazioni stesse vogliano contribuire alla gestione.

Guarda la presentazione!

La decisione di costruire insieme alle realtà presenti sul territorio l’avvio del progetto Centro di Aggregazione Giovanile deriva dalla consapevolezza che proprio grazie a questo spirito di condivisione si è reso possibile il raggiungimento di tanti traguardi dell’attuale gruppo di maggioranza del consiglio comunale di Marano Principato.
Sono convinto che il percorso che inizieremo dal 6 di ottobre porterà al territorio delle serre cosentine una opportunità di crescita e di sviluppo, il CAG rappresenterà uno strumento a disposizione dei cittadini per facilitare l’incontro, la condivisione, lo sviluppo di idee, la formazione e tanto altro ancora.

cag-1

I #TAGMentor si presentano agli amici del #TalentGarden di Cosenza

Martedì 10 giugno ho partecipato con interesse ed entusiasmo al TagMentor, un evento organizzato dal Talent Garden Cosenza, presso Villa Fabiano, per la presentazione dei 6 mentor a sostegno di questa splendida iniziativa che a breve invaderà la città di Cosenza.

I mentor, imprenditori di successo della nostra regione, hanno avuto modo di raccontarsi e di spiegare il perché del loro appoggio al Talent Garden, il Passion Co-Working Space che partendo dall’idea del CoWorking, e quindi della condivisione degli spazi di lavoro, mira a riunire i talenti che lavorano nel mondo della Comunicazione, del Web e del Digitale.

Freelance, agenzie o startup possono trovare la loro casa in un luogo stimolante e innovativo. Un spazio con postazioni di lavoro, sale riunioni, accesso illimitato 24 h e connessione Wi-fi: è un giardino immaginario dove, tra mobili ecocompatibili e aree comuni, si ricrea un’atmosfera lavorativa utile a far emergere creatività, condivisione, scambio e contaminazione.”

Sono vicino ai sognatori che con tenacia portano avanti questo progetto perché, mettendosi in gioco con spirito di squadra, mirano a nuove prospettive per la nostra terra dove la condivisione rappresenterà l’arma migliore.

 

 

 

#Calabria: da dove ripartire?

Negli ultimi giorni ho assistito a due manifestazioni molto interessanti, che mi hanno dato modo di riflettere su un quesito che ormai, da giorni, accompagna chi ha voglia di rendere la Calabria una risorsa per l’Italia: da dove ripartire?

Martedì 29 aprile ho partecipato come rappresentante del Comune di Marano Principato alla manifestazione organizzata dalla Coldiretti Calabria per richiedere, con forza e determinazione, un cambio di rotta alla politica calabrese; fra pochi mesi il popolo calabrese dovrà scegliere chi dovrà governare le sorti della nostra regione per i prossimi anni, e Coldiretti, con circa 4000 sostenitori attivi, ha chiesto di porre realmente l’agricoltura al centro della programmazione dei prossimi anni.
Occorre convincersi realmente che l’agricoltura rappresenta la vocazione dei nostri territori; ogni settore ha una sua importanza e un suo ruolo strategico ma lo sviluppo di una nuova agricoltura posta come visione strategica potrà realmente caratterizzare e dare identità al popolo calabrese. Coldiretti ha espresso chiaramente che bisogna dire basta alle rendite che frenano lo sviluppo per favorire chi realmente produce lavoro e ricchezza per l’intera Calabria.
Credo sia il caso di ripartire da una nuova concezione dell’agricoltura, dove giovani e nuove tecnologie rappresentino il motore del settore; anche in questo caso si rende necessaria un’azione culturale e di formazione che vada a rompere schemi e prassi che incatenano le nuove idee di rottura con il passato.

Venerdì 2 maggio ho partecipato, in rappresentanza della Cooperativa Agricola Le Georgiche, all’incontro organizzato dall’associazione Libera nomi e numeri contro le Mafie per discutere sulle azioni messe in campo dall’associazione sul territorio della provincia di Cosenza insieme al Presidente nazionale Don Luigi Ciotti. Ciò che mi ha colpito delle parole di Don Luigi Ciotti è stata una sua affermazione in cui esprime come, oggi, sia necessario, anche nella nostra terra, avviare una azione di educazione alla responsabilità.
Credo che questo sia realmente di fondamentale importanza; renderci Calabresi responsabili di noi stessi, del prossimo e di ciò che ci circonda riuscirà a rompere gli schemi che soffocano ogni giorno le ambizioni di protagonismo positivo di tanti cittadini.

La scuola e la famiglia dovranno spendersi, dovranno sentirsi realmente agenti formativi del futuro calabrese, e la politica dovrà riconoscere un ruolo centrale a tali agenti non da finanziatore ma da tutor per le azioni che da essi verranno poste in campo.

Da dove ripartire?

  • Famiglia,
  • Scuola,
  • Agricoltura.

Presentazione squadra di Calcio ASD Pandosia Marano Principato

Domenica 27 ottobre sono stato presente alla presentazione della squadra di calcio F.C. Pandosia di Marano Principato, tenutasi presso il Centro Sociale Cesare Baccelli. Ho visto tanto entusiasmo intorno alla squadra e tanti giovani coinvolti intorno a questo progetto sportivo, progetto che, come ha evidenziato il Sindaco Alessandro Tenuta nel suo intervento, deve mirare soprattutto alla crescita e formazione dei giovani atleti che non solo con le prestazioni sportive ma soprattutto con il comportamento porteranno in alto il nome di Marano Principato. Faccio i miei migliori auguri alla dirigenza, al mister, ed agli atleti per un campionato ricco di soddisfazioni.

 

Inaugurazione mostre di Urban Superstar – Art in Progress 2013

foto 2Venerdì 14 giugno 2013 non potevo mancare all’inaugurazione delle mostre di Urban Superstar, attività che come il Premio Pandosia contribuisce alla realizzazione del progetto di arte contemporanea di Art in Progress.
Per l’ occasione ho scattato qualche foto alla mostra allestita all’interno della galleria provinciale di Santa Chiara nel centro strorico di Cosenza.
Due le mostre allestite, The City of Woman che sogna di ridisegnare il Centro storico di Cosenza trasformando lo in una Città delle Donne immaginaria e Suggestivism – The New Horizon curata dall’artista Nathan Spoor di Los Angeles che ha raccolto 32 artisti della nuova arte contemporanea.
Vi invito a visitare le mostre.

 

foto 4