Un ottobre d’eventi per Marano Principato

“Il Premio Pandosia sarà crocevia per tutta una serie di eventi che faranno del mese di ottobre lo spartiacque decisivo tra vecchio e nuovo, passato e futuro”.
Così Alessandro Tenuta, Sindaco di Marano Principato, nell’annunciare a breve una doppia inaugurazione, il Centro di aggregazione giovanile, giorno 25 ottobre e giorno 1 novembre della Pinacoteca d’arte moderna che dopo 28 anni permetterà ai cittadini di Marano Principato e non solo, di potere conoscere e apprezzare il ricco patrimonio artistico che il comune ha maturato nel corso del Premio e che finalmente avrà una collocazione appropriata al suo prestigio.

“Possiamo dire di aver messo a segno alcuni fra i punti programmatici per noi più importanti – ha proseguito Tenuta – a partire dal recupero e valorizzazione del Centro Sociale Cesare Baccelli. Ampliato, attrezzato, e messo a norma, oggi può essere punto di incontro e scambi, laboratorio di idee per la crescita, la formazione e il futuro dei nostri giovani. Non a caso ospiterà il Centro di Aggregazione giovanile. A Marano i giovani sono oltre il 35% della popolazione residente e dobbiamo offrire loro opportunità tali da farli restare, investire energie e intelligenze in un territorio aperto, di cui andar fieri. A tal proposito – ha detto ancora il Sindaco di Marano Principato – ridiamo una identità a questo territorio partendo dalle sue tradizioni culturali e artistiche. Nel corso degli anni da qui sono passati grandi nomi
dell’arte moderna e contemporanea, lasciando traccia della loro arte. Accanto ad opere blasonate quelle di artisti emergenti, più o meno noti, per i quali il Premio Pandosia è stato vetrina e trampolino di lancio”.

Quest’anno raddoppiamo con le residenze artistiche, dal 25 ottobre al primo novembre, i principate si daranno ospitalità a 11 artisti e vedranno la loro arte prendere forma nei luoghi della cittadina.
Un premio che si arricchisce di belle novità e collaborazioni e che grazie a giovani universitari, a lavoro da mesi, rafforza l’appeal e il legame col territorio.

Davanti a tutto questo non possono esserci schieramenti ne contrapposizioni politiche. L’arte, la cultura e i giovani non possono più essere parole demagogiche o slogan, ma questioni sempre aperte da attenzionare se si vuole andare lontano. E noi stiamo procedendo spediti in questa direzione.

Presentazione Premio Pandosia 2015

Venerdì 4 settembre in piazza Annunziata a Marano Principato (CS), è stato presentato il nuovo progetto di rilancio dello storico Premio Pandosia, illustre rassegna di arte contemporanea che da trent’anni rappresenta il principale patrimonio artistico e culturale del territorio principatese e che si vuole rendere visibile e godibile da tutti, grazie alla realizzazione della Pinacoteca Comunale all’interno del Centro Cesare Baccelli.

Da quest’anno il Premio presenta una nuova organizzazione e veste, frutto del lavoro di giovani studenti che nel giugno scorso hanno partecipato ad una business competition nell’ambito del progetto Giovani&FuturoComune, promosso dall’associazione Goodwill con il supporto di Fondazione Vodafone Italia. Quest’ultima, attraverso il suo segretario generale, i due sindaci dei comuni coinvolti e goodwill ha decretato il team vincente.
Fine ultimo, stimolare iniziative sulla ricognizione e valorizzazione dei beni comuni esistenti nel proprio territorio, e sviluppare le capacità e gli interessi imprenditoriali dei ragazzi.
Il progetto è stato ben accolto dal Ministero dei beni culturale e da quello dell’istruzione che si sono detti interessati a seguire e conoscere gli sviluppi dello stesso .
Il giovanissimo team dell’associazione PandosiaeARTh, vincitore del progetto, ha posto all’attenzione del Comune di Marano Principato nuove idee per la valorizzazione di un bene comune del territorio.
Idee che dovranno far proprie i 15 artisti che saranno scelti fra i partecipanti al bando del Premio, in scadenza il 30 settembre. Per loro sarà prevista la residenza di una settimana a Marano Principato, durante la quale daranno vita alle loro opere nei luoghi e sui beni prescelti. Il primo novembre l’attesa premiazione.

Il Premio diventa, per le sue finalità e modalità di attuazione, un grande evento artistico-culturale-sociale, unico in Calabria e in Italia , che sarà divulgato a livello internazionale, creando sinergie con enti formativi e tra aspiranti imprenditori culturali e pubblico, coinvolti in un percorso fatto di ospitalità, spazi comuni e workshop. Centrali saranno i temi dell’eco-sostenibilità, dell’integrazione e del confronto tra culture diverse.

Le moltissime novità dell’edizione 2015 del Premio Pandosia, il cui tema sarà: “(R)innovare: niente nasce dal nulla, tutto nasce dalla terra”, sono state presentate dal Comune di Marano Principato, dal Centro Turistico Giovanile Pandosia e da Giovani&FuturoComune.

Bellissima la cornice di Marano Principato per la serata di presentazione, tanti i giovani presenti, tanti cittadini interessati a conoscere le novità del Premio 2015.

Nel corso della serata è stato più volte ricordato che quest’anno si punterà ad un forte coinvolgimento dei cittadini, attraverso l’ospitalità da offrire agli artisti, delle attività commerciali che già in occasione della presentazione del Premio hanno realizzato dei prodotti nuovi (il gelato Pandosia del Bar Annunziata, il Panino Pandosia del Bar San Francesco ed il cocktail Pandosia del Bar numero 10).
Molto importante sarà anche il ruolo della scuola nel divulgare ai più giovani principatese cosa rappresenta da 30 anni il Premio Pandosia per Marano Principato.

Vogliamo far dialogare i principatesi con gli artisti per scambiarsi idee e trovare fattive forme di collaborazione che restituiscano il premio ai suoi diretti fruitori: il territorio e chi lo vive.
Siamo convinti che l’arte può davvero diventare una grande occasione di rigenerazione urbana, comunitaria ed economica del territorio di Marano Principato e non solo.

Pressione fiscale in diminuzione grazie ai cittadini!

Il 30 luglio 2015 si è riunito a Marano Principato il Consiglio Comunale per discutere della manovra tariffaria 2015.
Tale manovra ha generato per i cittadini un risultato positivo in termini di pressione fiscale.
Tutte le tariffe sono rimaste invariate, ad esclusione di un lieve aumento, dopo ben nove anni, del costo complessivo del servizio idrico di 25.000 €, derivato principalmente all’aumento della tariffa So.Ri.Cal. per l’acqua acquistata ed un aumento del costo della depurazione dovuto da Valle Crati, mentre si registra una sensibile diminuzione del costo del servizio di raccolta rifiuti di ben 85.000 €, dovuto alla riduzione della spesa prodotta dagli ottimi risultati del Porta a Porta spinto.
Pertanto i cittadini verseranno, complessivamente, al Comune, per il 2015, un importo inferiore rispetto al 2014 pari a 60.000 €.

Il messaggio che si vuole lanciare ai cittadini, con la riduzione della pressione fiscale, è che il loro impegno, pronto a sostenere con l’azione quotidiana un progetto come il Porta a Porta Spinto, relativo al servizio raccolta rifiuti, venga subito ripagato con la previsione per il 2015 di una tassazione ridotta rispetto al 2014; questo sarà riscontrabile sulle prossime bollette Tari.
Tutta la maggioranza ringrazia i cittadini ed invita a continuare su questa strada per rendere Marano Principato, anche nel servizio rifiuti, modello positivo per gli altri comuni.

Differenziare i rifiuti, quindi, oltre ad essere indispensabile per garantire un pianeta vivibile ai nostri figli, è utile in termini economici in quanto diminuisce notevolmente i costi di gestione del servizio rifiuti.
La determinazione dell’amministrazione comunale di Marano Principato ancora una volta viene premiata con un risultato positivo per i cittadini.
Ci sarebbe piaciuto avere, con i colleghi dell’opposizione, un confronto su questi temi e, magari, discutere su questa riduzione di spesa che va a tutto vantaggio dei cittadini, ma purtroppo il piacere ci è stato negato per l’assenza in Consiglio di quest’ultima.

Premio Pandosia 2015. A settembre la presentazione a Marano Principato

Settimana intensa di preparazione del Premio Pandosia 2015 che si terrà nel mese di ottobre a Marano Principato.
Insieme ai ragazzi del progetto Giovani e Futuro Comune e al Ctg Pandosia abbiamo predisposto il bando di concorso, che a breve verrà pubblicato sul sito del premio.

In programma per  il 4 settembre la presentazione dell’evento, un’iniziativa organizzata per coinvolgere la cittadinanza e le associazioni presenti sul territorio e far conoscere tutti i dettagli del premio.

premio-pandosia-2

Sono tante, infatti, le novità previste per la nuova edizione, che grazie alla collaborazione con la Fondazione VODAFONE, che ha reso possibile realizzare il Premio Pandosia 2015, verrà rinnovato al fine di coinvolgere sempre più i giovani e nuovi visitatori.

 

Un disavanzo tecnico figlio della crisi

Lunedi 13 Luglio 2015 si è riunito a Marano Principato il Consiglio Comunale per discutere e prendere atto del disavanzo tecnico a seguito del riaccertamento dei residui attivi e passivi.
Tale adempimento scaturisce dai due interventi normativi di armonizzazione dei sistemi contabili degli Enti Locali, il D.Lgs. 118/2011, integrato e modificato con il D.Lgs. 126/2014, che nell’introdurre il principio della competenza finanziaria potenziata, obbliga anche i Comuni Italiani ad effettuare, tra tutti gli altri adempimenti, il cosiddetto riaccertamento straordinario dei residui attivi e passivi.

Tale operazione consiste in una sorta di “riordino” dei residui attivi e passivi degli esercizi degli anni passati e nell’accantonamento nel risultato di amministrazione al 1° gennaio 2015 del fondo crediti di dubbia esigibilità, secondo i criteri armonizzati.
A seguito delle suddette operazioni svolte dal Servizio Finanziario del Comune di Marano Principato, è emerso, a fronte di un risultato positivo di amministrazione al 01/01/2015 di euro + 878.742,12, un disavanzo tecnico di euro 2.103.321,37.
Tale importo scaturisce principalmente da tre macrovoci: accantonamento al Fondo crediti di dubbia esigibilità,
accantonamento ad altri Fondi rischi, risorse vincolate di bilancio.

In realtà tale disavanzo tecnico non costituisce una carenza effettiva di risorse ma solo temporanea, in quanto rappresenta il saldo di esigibilità di debiti e crediti esistenti ma non ancora scaduti.
Dai dati menzionati si evince che il disavanzo tecnico è fortemente condizionato dal Fondo Crediti Dubbia Esigibilità legato alla riscossione delle entrate riferite agli esercizi precedenti (ici, imu, tarsu, servizio idrico, recupero evasione tributaria in genere, canoni affitto, ect.).
Tale fenomeno è il riflesso della crisi nazionale ed internazionale che, con il fenomeno dell’aumento della disoccupazione e della precarietà del lavoro, ha diminuito la capacità di reddito dei cittadini e degli utenti dei servizi pubblici, portando di conseguenza all’aumento della difficoltà nella riscossione delle entrate tributarie ed extratributarie dei Comuni.

L’organo consiliare per come previsto dalla normativa ha deliberato di ripianare il maggiore disavanzo emerso in occasione del riaccertamento straordinario dei residui, in un arco temporale massimo di 30 anni.
Grazie alla novità prevista con il D.L. 78 del 19/06/2015, che consente la copertura del disavanzo tecnico portando in diminuzione l’ammontare accantonato come Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità per un importo di euro 1.266.511,05, per i prossimi trenta anni, il nostro ente dovrà riportare in bilancio una quota costante non consistente pari ad euro 27.893,68.

Il disavanzo tecnico che è emerso per il Comune di Marano Principato è in linea con i risultati degli altri comuni della provincia di Cosenza, nonché con quelli nazionali.
Più nel dettaglio, il disavanzo tecnico pro-capite è pari a circa euro 665,00, rispetto alla media degli altri Comuni che si aggira intorno alle 850 €, con punti di oltre 1.500.
Una stima dell’Anci, in fase di discussione dei decreti attuativi dell’armonizzazione dei sistemi contabili, ha quantificato il disavanzo per tutti i comuni di Italia in oltre 15 miliardi di euro.
La maggioranza ha votato compatta questa delibera obbligatoria e necessaria, ci rammarichiamo del silenzio in Consiglio del Consigliere di opposizione presente Matragrano, che ha ritenuto necessario solo alzare la mano per il voto contrario senza spiegare le motivazioni di tale scelta e senza per l’ennesima volta suggerirci il suo punto di vista.
In tali occasioni riteniamo opportuno mostrare come maggioranza la massima trasparenza, siamo aperti a qualsiasi chiarimento ci sia richiesto dalla cittadinanza e dalle opposizioni.

I cittadini devono conoscere le reali condizioni dell’Ente da noi amministrato e non basare le proprie considerazioni su informazioni indirette che a volte possono risultare viziate.
La nostra gestione dell’ente anche in questa occasione, per come dimostrato nei 9 anni di amministrazione Tenuta, si caratterizza dall’atteggiamento del Buon Padre di Famiglia.
Non nascondiamo neanche l’orgoglio di amministrare un territorio abitato da cittadini che hanno sempre anche nelle difficoltà mostrato sostegno, vicinanza e collaborazione verso il raggiungimento del bene comune, e soprattutto hanno sempre riconosciuto il giusto.
In ultimo anticipiamo che presto verranno inaugurate due strutture che rappresenteranno un tassello importante per l’ulteriore crescita del territorio: La Palestra Comunale e il Centro di Aggregazione Giovanile, strutture realizzate grazie al sostegno di finanziamenti Regionali di circa euro 1.200.000,00, intercettati grazie all’impegno della nostra amministrazione.

La business competition: vince il team Pandosia E(Art)h.

Venerdi 5 giugno presso il Piccolo Teatro Unical si è tenuta la business competition Giovani&futuroComune che ha visto il Comune di Marano Principato tra gli attori principali. Tutto ha avuto inizio nel 2014 quando la Fondazione Vodafone decise di investire al sud ed in particolare nel progetto Giovani&FuturoComune promosso dall’associazione Goodwill in partenariato con associazioni, aziende, cooperative e amministrazioni virtuose della provincia di Cosenza.

Grazie alla forza di questi rapporti si è dato vita ad un progetto volto al raggiungimento di un obiettivo comune che vede come protagonisti i giovani delle scuole superiori al fine di stimolare iniziative sulla ricognizione e valorizzazione dei beni comuni esistenti nel proprio territorio, sviluppando le capacità e gli interessi imprenditoriali degli stessi.

Gli studenti sono stati chiamati a progettare una forma di intervento a carattere imprenditoriale e socialmente responsabile che renda un bene comune non solo valorizzato e usufruibile dalla collettività, ma capace di generare utilità economica.
Il progetto, dunque, ha avuto lo scopo di stimolare il protagonismo dei giovani nella costruzione di un modello sociale ed economico positivo della Calabria, basato sulla legalità, il rispetto delle persone e la valorizzazione delle risorse del territorio.

Per il Comune di Marano Principato i due team: Pandosia Art Festival e Pandosia E(art)h, hanno presentato un progetto di riqualificazione e rilancio dello storico Premio Pandosia.

Dalla business competition è risultato che a godere del finanziamento della Fondazione per l’organizzazione del Premio Pandosia sarà il team E(Art)h. Il team mette al centro del suo progetto un obiettivo: rendere la comunità di Marano Principato la vera protagonista della settimana del premio Pandosia.
Legare l’arte al decoro urbano e diventare riferimento per artisti affermati ed emergenti.

Il prossimo passo per i vincitori sarà la costituzione in associazione in modo da poter ricevere il finanziamento e iniziare a lavorare. La sede, neanche a dirlo, il Talent Garden di Cosenza dove i ragazzi in questi mesi hanno sperimentato in prima persona cosa sia il coworking.
I presupposti per il Premio Pandosia 2015 sono molto positivi, saranno tante le novità e gli elementi di coinvolgimento della cittadinanza a questo evento che rappresenta il simbolo culturale del territorio principatese.

Convegno su Garanzia Giovani

Martedì 14 marzo ho partecipato da relatore al convegno organizzato dal Comune di Marano Principato con il Comune di Castrolibero per presentare e discutere di Garanzia Giovani.
Presenti al convegno i sindaci dei comuni organizzatori della manifestazione, l’assessore Marco Porcaro del Comune di Castrolibero, i consiglieri regionali Orlandino Greco e Franco Sergio e l’assessore regionale Carlo Guccione.

garanzia-giovani-2

Garanzia Giovani è il programma europeo che favorisce l’avvicinamento dei giovani tra i 15 e i 29 anni al mercato del lavoro offrendo, entro un periodo di 4 mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema di istruzione formale, opportunità di orientamento, formazione e inserimento al lavoro.

Per aderire a Garanzia Giovani Calabria è necessario registrarsi al portale e compilare la domanda di adesione. L’operazione di adesione restituirà nome utente e password con cui perfezionare la registrazione.

A seguito di ciò, entro 60 giorni, il Centro Impiego scelto sarà incaricato di effettuare il primo contatto al fine di concordare un percorso di azioni (patto di Servizio) finalizzato ad offrire, entro 4 mesi dalla stipula del Patto, un’opportunità di lavoro o formativa.

Tanti giovani presenti al convegno hanno avuto modo di conoscere questa opportunità che la Regione Calabria sta promuovendo per accompagnarli nel mondo del lavoro.

Per ulteriori approfondimenti: www.garanziagiovani.gov.it

Incontro con i ragazzi del progetto #GiovanieFuturoComune

Nel mese di marzo ho avuto modo di incontrare i ragazzi della provincia di Cosenza che hanno aderito al progetto Giovani e Futuro per presentare loro il bene comune Premio Pandosia che dovranno con i loro progetti cercare di valorizzare.
Nel corso degli incontri ho mostrato un video, nato dalla collaborazione tra il Comune di Marano Principato ed il Centro Turistico Giovanile Gruppo Pandosia, che racconta in breve cosa rappresenta il Premio Pandosia per un territorio come quello di Marano Principato.

giovanifuturo2
I giovani si sono mostrati molto interessati; infatti, tante sono state le domande sulle scorse edizioni del premio, sul territorio di Marano Principato, sul Ctg Pandosia e sui giovani artisti che hanno partecipato alle scorse edizioni.

Da questo momento in poi i ragazzi inizieranno ad elaborare con maggiore determinazione i loro progetti ed il contatto con l’Amministrazione e il Gruppo Pandosia sarà costante al fine di trasferire tutte le informazioni necessarie.
Per il Premio Pandosia 2015 si preannunciano tante novità!

Seconda riunione del partenariato per la gestione del CAG “C. Baccelli”

Il 2 dicembre si è tenuta, presso la sala consiliare del Comune di Marano Principato, la seconda riunione del partenariato per la gestione del CAG durante la quale ogni associazione presente, ben 14 realtà, ha presentato una propria scheda con cui illustrare la propria realtà associativa, le idee e i contributi da offrire nella gestione del progetto.

Da ogni scheda è emersa la tanta voglia di avviare questo percorso con la consapevolezza che si tratta di una opportunità unica nel circondario.
Riuscire ad avere gli spazi, le attrezzature e nuovi partner per lo svolgimento delle proprie attività sono stati ritenuti validi motivi per investire in un progetto così ambizioso.
Tutto ciò che si andrà a realizzare permetterà al territorio di Marano Principato, e non solo, di avere un luogo in cui si possa costruire una crescita condivisa con alla base l’incontro, la condivisione, la collaborazione, la formazione e la valorizzazione dei territori stessi.

Avere una visione sui territori che si amministrano, condividere, raccontare e costruire con la cittadinanza tale visione, credo siano fra le più grandi responsabilità dei politici che si propongono per il governo dei territori.